CalcioMilan

Il Milan espugna St James’ Park

Il Milan di Stefano Pioli vincono contro il Newcastle ma retrocedono in Europa League

Partita equilibrata tra Newcastle e Milan, più possesso dei padroni di casa che costringono i rossoneri nella loro metà campo. Buono l’approccio di Pulisic ma sopratutto di Tomori che al 20’ salva un gol già fatto. Il Milan rimane in balia degli inglesi che giocano prevalentemente nella metà campo degli undici di Pioli.L’unico sussulto arriva al 23’ con Leao, tiro a girò dalla sinistra ma la palla finisce fuori. Il portoghese, rientrato dopo un mese, non incide, Giroud è sempre raddoppiato e per il Milan, costruire palle gol, diventa complicato. Il Newcastle mantiene il pallino del gioco e al 33’ passa: Gordon lasciato solo imbecca Joelinton che con un destro imparabile batte Maignan.

Ripresa che inizia con il copione del primo tempo, il Newcastle che fa gioco e il Milan che difende nella propria metà campo. Ci si aspetta una reazione che arriva puntuale. Leao dalla sinistra crossa in mezzo, la palla arriva a Giroud, bravo a servire Pulisic, che da due passi pareggia.

Passata la paura il Milan inizia a prendere campo, anche per un calo degli inglesi che pagano lo sforzo della prima ora di gioco. Le squadre si allungano, ma è sempre Maignan protagonista con una super parata che tiene il Milan in corsa. Il Milan soffre, non  riesce a prendere in mano la partita, per ottenere una vittoria che darebbe un senso alla stagione. L’occasione capita a Leao, servito da Jovic, tutto solo davanti a Dubravka colpisce il palo. Stefano Pioli le prova tutte, dentro Chukwueze e Okafor per dare la scossa.

Ed è proprio dai due nuovi entrati che il Milan ribalta il risultato. Contropiede di Okafor che serve Jovic, palla sulla destra per Chukwueze che con un tiro a giro batte il portiere inglese. Il Milan punge in contropiede e con Tomori potrebbe fare il 3-1, ma la palla sbatte sul palo. Il Milan vince grazie a un buon secondo tempo, una vittoria che sa di sconfitta visto che deve lasciare l’Europa che conta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button